Select language:

Storia Architak - azienda produttrice di tacchi con inserto

Nel 1970 ARCHIATI ARTURO, fino ad allora agricoltore, allevatore di bestiame e addetto zootecnico, fonda l'azienda omonima assieme alla moglie Dolores e avvia la propria attività di vendita ambulante di articoli per calzolai nelle provincie di Brescia e Cremona.
Nel 1975 cambia il nome alla propria azienda denominandola ARCHITAK e inizia le sue prime prove di laboratorio su materiali in gomma. Trancia tacchi in gomma prestampata utilizzando un martello e una fustella e solo successivamente fustelle multiple disposte su un macchinario. Capisce che i materiali che va a trasformare non garantiscono prestazioni ottimali e inizia prove di incollaggio su materiali che nessuno aveva mai pensato di unire. Da questi materiali accoppiati ricava tacchi da donna di medie dimensioni e solo successivamente concentra la sua attenzione su tacchi di dimensioni più piccole.
Nel 1978 lavora su tacchi che si fissano alla scarpa da donna mediante una spina. Il tacco viene forato nel centro così da creare un alloggio per un inserto in nylon che viene poi inserito a pressione.
Nel 1982 sostituisce l'inserto in nylon con uno in ferro da lui appositamente creato e lo cola in un materiale tranciato senza più ricorrere alla foratura del tacco.
Riceve i primi ordinativi da fuori Brescia e inizia la realizzazione di un macchinario automatico, sia per la tranciatura dell'inserto metallico, che fino a quel momento veniva forato manualmente, sia per la colata dell'inserto nel tacco. Il prodotto finito risulta decisamente migliorato in ogni suo aspetto ma la resa di produzione resta ancora troppo bassa per le richieste che man mano crescono.
Nel 1987 decide per la nascita di un nuovo prodotto formato da uno strato di poliuretano unito a uno di Vulkollan purissimo. Prodotto che, per poter essere realizzato, comporta oltre venti fasi di lavorazione. Fu una delle soddisfazioni maggiori fino ad allora ottenute. Nello stesso anno, io, il figlio Marco, che fin da piccolo ho assistito all'attività di mio padre, inizio la mia attività lavorativa al suo fianco.
Nel 1996 effettuiamo le prime prove di colata per avvolgere gli inserti metallici nella gomma.
Nel 2000 creiamo stampi da cui i tacchi ne escono uniti dalla leggera pellicola che ancora oggi contraddistingue il nostro prodotto. Iniziano i primi ordinativi, sempre solo in ambito nazionale, anche se non conoscevamo che pochi clienti a cui proporre il nostro articolo.
Nel 2002 ordiniamo un macchinario che garantisce una produzione quattro volte superiore alla precedente macchina che comunque continuiamo a utilizzare. Anche gli stampi vengono modificati e ciò permise di ottenere un tacco migliore. Si perfezionano le caratteristiche della materia prima, la tecnica e le fasi di lavorazione.
Sicuri della qualità del prodotto iniziamo a proporci a clienti stranieri e in poco tempo sostituiamo le nostre due macchine con macchine nuove e tecnologicamente superiori.
Nel 2010 si modificano ulteriormente gli stampi oltre a migliorare la composizione del materiale.